PASSO DELLA CROCE ARCANA

Giovedì 08/12/2011 presi dalla curiosità di vedere un posto nuovo imbottiti nelle nostre giacche ed armati di fotocamera siam partiti per il passo della Croce Arcana. In realtà nessuno di noi sapeva bene dove questo fosse, la direzione ( verso Fanano) era l'unica certezza mentre le incognite, mangiare compreso erano molte. Già da tempo aspettavo di poter realizzare alcuni scatti che mi permettessero di ritrarre paesaggi con nuvole basse rispetto al punto di osservazione e la mattina prometteva bene. Il passo della Croce Arcana è un Valico dell'Appennino Tosco-emiliano con un'altidune di 1669 m.s.l.m sito nella provincia di Pistoia nel comune di Cutigliano. 

Per giungere a tale passo occorre in primo luogo arrivare nei pressi di Fanano percorrendo la strada Fondo Valle, poi prima di entrare nell'omonimo comune svoltare a sinistra per Ospitale imboccando una stretta stradina irta di curve. Questa piccola strada, priva di segnaletica stradale regala splendidi scorci passando in strette gole sormontate da rocce grigie a picco sulla strada. Giunti ad Ospitale, un piccolo borghetto di quattro case ed una chiesa, chiamato in questo modo per via dell'ospizio fatto costruire da Sant.Anselmo nel 749 d.c su gentile concessione del re dei Longobardi Astolfo, mantenendo la sinistra occorre procedere in pratica sempre diritto. 

La nostra avventura in realtà inizia una volta giunti a Capanna Tassoni.

Giunti infatti alla nota meta sciistica, la strada cambia letteralmente forma e consistenza, da piccola stradina di montagna asfaltata il percorso diventa un sentiero costellato di massi abbastanza appuntiti e sconnessi da far desistere una normale macchina. A questo punto le scelte sono necessariamente solo due. O parcheggiare e procedere a piedi, o possedere una macchina come ad esempio la mitica "pandina" (come nel nostro caso) capace di superare qualsiasi ostacolo. Pian piano procedendo lentamente per evitare di danneggiare le sospensioni e le ruote il paesaggio iniziò a cambiare, regalando scorci stupendi. La vegetazione inizialmente composta da alti pini montani iniziò a diradarsi lasciando lo spazio a erba gialla, cotta molto probabilmente dal sole e dalla temperatura molto bassa nelle ore notturne. Giunti quasi in cima, decidemmo di parcheggiare al lato della strada per concederci finalmente il gusto di qualche scatto. Inizialmente mi concentrai su tipici scorci montani, come ad esempio vedute di contrasto tra la gialla erba del terreno ed il blu del cielo regalato da quella stupenda giornata. Giunti più in cima il fiato mi si spezzò: dinnanzi si stagliò uno spettacolo mai visto prima ( e desiderato per molto tempo) grandi e dense nubi si stagliavano all'orizzonta molto basse rispetto al mio punto di osservazione permettendomi finalmente di realizzare gli scatti da tempo ambiti. 

Come conclusione, posso vivamente consigliare il viaggetto fatto in quanto nonostante il posto sia relativamente vicino ( per chi abita a Modena) è in grado di regalare splendidi scorci. 

 

Per vedere gli scatti realizzati : 

 

http://www.flickr.com/photos/modenaphotocontest/6493758599/in/photostream

L'INDECISIONE: MACRO O TELE?

Il problema è questo: sento la necessità di ampliare il mio corredo!...l'obbiettivo che ho in questo momento (Canon 17.85) rappresenta un ottimo obbiettivo ma rimane comunque pur sempre un obiettivo versatile ma non specifico!....il problema che ho in questo momento è quello di riuscire a scattare foto con particolari altamente dettagliati e in questo caso solo un Macro può aiutarmi!. Per quanto riguarda il Tele anche questo è un punto dolente, nel senso che in certi casi mi è capitato di dover immortalare ad esempio animali in lontananza ma di dover rinunciare a causa dell'ottica limitata in possesso; il teleobiettivo in questo caso mi sarebbe molto d'aiuto ma sarei limitato in quanto potrei scattare solo foto in lontananza.

Tornando alla Macro, questa rappresenta una branca della fotografia moderna altamente versatile al contrario di quello che si potrebbe pensare. Con un obiettivo macro ad esempio si possono sfruttare diversi ambienti ( i più disparati possibili) per composizioni curiose e particolareggiate. Per questo oltre al fatto che un tele mi verrebbe a costare troppo ho deciso di concentrarmi sul Canon 100 mm F 2.8 Macro USM, il quale permette di scattare foto con un rapporto di ingrandimento 1:1 rinunciando però al trattamento particolare delle lenti che il suo fratello maggiore, della serie L, invece ha. L'obiettivo in questione ha un costo comunque alto, ma rappresenta un buon compromesso tra un obiettivo di gamma molto alta ( il macro 100 mm F ".8 USM L ) e il più economico ma straordinariamente famoso Tamron 90 mm. I due sentendo esperti in materia sono considerati top nelle loro gamme ma volendo rimanere fedele alle ottiche canon mi sa che opterò per il già prescelto 100 mm Canon.

 

 

ABETONE

QUANDO DIETRO CASA L'OCCHIO SI STUPISCE.

Quando dietro casa l'occhio si stupisce : Sabato pomeriggio in occasione del Festival della filosofia un fotografo di nome Luca Blast Forlani ha esposto alcuni suoi splendidi scatti in un posto a dir poco meraviglioso ed allo stesso tempo inquietante, l'ex caserma dei carabinieri di modena. Questo luogo, lasciato in decadenza da decine di anni ha regalato ai miei occhi splendidi scorci per qualche scatto. Gli ambienti, chiusi e maleodoranti mi hanno trasmesso scatto dpo scatto una senzazione di inquetudine mista a disagio, effetto forse voluto anche da Forlani come accompagamento per le sue foto. 

Essendoci ambienti poco luminosi anche quà ho dovuto giocare sulle ISO basse. 

 

http://www.flickr.com/photos/modenaphotocontest/

CASCATE DEL BUCAMANTE

La prima volta in cui sentii parlare delle cascate del Bucamante ero sdraiato sotto l'ombrellone a leggere il giornale. In un articolo dedicato ai paesaggi suggestivi delle montagne emiliane spiccava una foto di una splendida cascatella immersa nel verde della vegetazione boschiva. Quel ricordo ma sopratutto la voglia di visitare quel luogo si ripresentarono Domenica 11-09-2011 quando io e la mia ragazza, spinti dalla voglia di staccare un po dalla tensione settimanale, ci ricordammo di quel luogo.

 

Una volta per strada il Rio del Bucamante può esser raggiunto tranquillamente in 30 minuti percorrendo la Nuova Estense fino a Granarolo prendendo poi la via per Monfestino.

Il lugo in se è molto suggestivo e capace di regalare splendidi scorci acquatici fatti di piccole cascatelle e laghetti naturali. Percorrendo il sentiero basso (vivamente sconsiglio il sentiero TItiro)ci si trova immersi ben presto nel verde della natura. Il silenzio rotto solo dallo scrosciare dell'acqua e dal cinguettare degli uccellini sostituisce velocemente la senzazione di esser dietro casa con la voglia di scattare qualche foto.

Per realizzare qualche scatto consiglio vivamente di mantenere livelli ISO abbastanza bassi in modo da aumentare il guadagno elettronico del sensore e recuperare quindi quella luminosità che le fronde degli alberi bloccano. 

 

http://www.flickr.com/photos/modenaphotocontest/ 

IL FOTOGRAFO...

Per capire cosa sia per me un Fotografo, occorre comprendere un semplice concetto collegato all'essenza stessa della fotografia. Questa è una sorta di immagine statica che intrappola l'istante consegnandolo all'eternità. Bene, detto questo, il fotografo per me, non è altro che un viaggiatore il quale percorrendo l'inarrestabile flusso del tempo, attraverso le sue foto, non fa altro che consegnare istanti, altrimenti persi, all'etrnità sovrana.

MODENA

La grande fregatura di nascere e vivere in un posto è quella che alla fine di tutto, prima o poi ti ci affezioni. Vuoi perchè frequenti sempre la stessa gente, vuoi perchè tutti quelli che ami vivono li o vuoi perchè la gente che vive li ti fa stare bene ma il posto ti legherà a se.

Galleria fotografica

MUOVERSI CON INTELLIGENZA GREEN....

Marco Marmiroli Ghiaroni '72
Marco Marmiroli Ghiaroni '72

Il mezzo perfetto non occorre cercarlo nel futuro, basta cercare nelle nostre cantine!...è la bici!; questo mezzo è ecologico al 100% è a zero emissioni, fa bene alla salute e richiede pochissima manutenzione!..cosa si vuole di più?..in questi ultimi anni la bici la si sta riscoprendo, per questo molti artigiani hanno rilanciato modelli classici ma anche nuovi con desing armoniosi e innovativi!...

 

Ecco qua alcuni link utili per trovare la bici, fissa o che vi pare, che fa per voi!!

 

http://www.chiossicycles.com/

 

http://www.iridefixed.it/site/

 

Questo è un video veramente bello!...rispecchia esattamente quello che penso sia possibile fare con l'uso più intenso della bici nelle nostre vite!

 

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=gJcPcRr4QeU

 

 

SASSUOLO....CONTEST B&W

Il bello di girare con una fotocamera è che ti puoi divertire con poco e ovunque, questa ne è la prova!; a Sassuolo il 3 giugno (giorno lavorativo per molti) non ho resistito a fare qualche scatto..questo ne il è risultato!

IL DELTA DEL PO

A pochi passi da Brescello (mitico paese di Don Camillo e Peppone) si trova il delta del po, non è proprio come il delta del Mississippi ma in compenso con un pacco di birra e un po di carne si può fare una grigliata in riva al fiume...fa molto Blues!

NATURA...

Questi scatti sono stati realizzati tra sabato e domenica cercando di catturare quello che colpiva il mio occhio.

THREEeMOTION

Questi scatti sono stati realizzati in un luogo che ritengo magico, gli alberi la solitudine e il vento suggeriscono all'anima di perdersi nell'immagine eterna di questi posti...Three Emotion.

Favourite Sunset

Questa è l'ora che preferisco, immerso nella stanchezza del giorno mi cullo nell'idea che presto sorgerà un nuovo momento per vivere.

SARDEGNA....

Uno sguardo su una terra magica..

BEHIND MY HOUSE WITH THE EOS60D....

 

L'acquisto è stato doloroso, sia per la spesa ( in particolare ) che per la decisione....Canon o Nikon?..poi alla fine ho deciso...la Canon Eos 60D. Considerando il sensore ( CMOS da 18MP) il quale è esattamente lo stesso della 7D e il mirino Pentaprismatico con una sensibilità circa del 96% contro il 100% della sorella maggiore, la netta differenza di prezzo rispetto a quest'ultima alla fine mi ha convinto!.

Per gli scatti so che non sono un gran chè, ma passare da una cyber shoot della Sony semiprofessionale ed un mostro come questo necessita di tempo e pratica per raggiungere livelli buoni 

SCOTLAND...

Spulciando nel mio archivio mi son imbattuto in questi scatti. Sono stati realizzati nel lontano 2004 in una terra a cui ritengo appartenere: la scozia.

Anche li avevo la mia fedele Cyber Shoot.  

DIFFERENT SUBJECTS....

Questi scatti sono stati realizzati nel fine settimana...

VERONA...

Verona...un caldo sabato di luglio dopo un'oretta di macchina, attraversata la rovente bassa ed il po...siam giunti in questa romantica città. Nonostante il caldo e un mezzo colpo di sole ecco alcuni scatti freschi di Eos 60D

Monte Cimone....

Domenica mattina ore 07:45 partenza. Il viaggio era diviso in due tappe, prima ci saremmo fermati al lago della Ninfa poi al Cimone. L'intenzione era quella di realizzare alcuni scatti in alta montagna. Di questi posti mi hanno colpito soprattutto gli spazi aperti ed ampi e la sensazione di pace ed armonia trasmessa.  

CLICK IN THE COUNTRY......

Questi scatti sono stati realizzati in campagna. Gli antichi mestieri spesso mescolano tradizione ed innovazione; questa mescolanza sfocia spesso in strani contrasti e soluzioni curiose, il tutto con l'immutabile sfondo dell'eterna e sapiente ripetizione di gesti ed usanze vecchie come l'uomo.

DARK FEELINGS......

Questi scatti sono stati realizzati con l'intento di creare un contrasto..la farfalla libera di volare ovunque contrapposta all'occlusione carceraria di un luogo come il tunnel qua sopra...

..Al lago di Garda...gita fuori porta...

Queste foto sono state scattate al lago di Garda. La giornata non era una delle più splendenti ma affacciato sul lago non ho resisitito alla tentazione di ritrarre questi simpatici passerotti incuriositi ed attratti dai turisti. Anche il panorama offerto dal lago è stato uno splendido scenario per qualche foto!!..

Ritratti....

Questi scatti sono stati realizzati in un mese un po particolare....Agosto!...la città desolata e deserta mi ha ispirato anche strane composizioni che utilizzano oggetti di tutti i giorni, quotidiani ed immobili come il tempo in questo mese!!!